L'Altare dell'Angelo custode
(o dell'arcangelo Raffaele)

1715 circa

 
  S. Maria Maggiore
navata sinistra
punto 2

Questo altare venne donato alla chiesa dalla nobile famiglia triestina de CalÚ. Esso riprende modelli sei-settecenteschi diffusi in area veneto-provinciale di probabile derivazione dal barrocchetto austriaco (vedere, ad esempio, il coronamento, con al centro lo stemma dei de CalÚ). La pala dell'altare raffigura l'Angelo e Tobiolo ed Ť dipinta da un pittore della tradizione manieristica iniziata da Palma il Giovane.

Le statue raffigurano San Giovanni Nepomuceno e Sant'Antonio con il Bambino, opera di uno scultore locale probabilmente di scuola veneta.

 

   
torna indietro